Sicilia in moto, viaggiare in traghetto per poi godersi un super itinerario

Sicilia in moto

Una vacanza al mare, con la possibilità di scoprire dei luoghi che hanno scritto la storia dell’Italia: in Sicilia, c’è anche tanta cultura oltre ad un mare veramente da favola e un clima tipicamente mediterraneo. Un viaggio verso la Sicilia, a parte i last minute, necessita di un minimo di organizzazione, considerando che la traversata spesso avviene via nave o traghetto. Quindi, prenotare per tempo è cosa buona e giusta.

Il viaggio in traghetto

Il primo passo per capire come organizzare un viaggio del genere, è quello di approfondire quali siano le principali compagnie di navigazione che mettono a disposizione questi collegamenti. Conoscere le tratte che vengono garantite, così come studiare i porti da cui è prevista la partenza verso la Sicilia: tutte queste informazioni non sono utili, ma veramente preziosissime per organizzare il viaggio nei minimi dettagli.

 Al giorno d’oggi, prenotare un traghetto per la Sicilia direttamente online è una delle opzioni più valide ed efficaci a disposizione di chi vuole intraprendere un viaggio del genere. Infatti, permette di risparmiare un bel po’ di fatica, anche se le ore di transito in mare sono di più.

Volete mettere, però, farsi il viaggio dormendo e riposando, piuttosto che dovendo tenere sempre alta la concentrazione per ore e ore in autostrada?

Sicilia da scoprire in moto

Il traghetto serve sempre, ma al posto della macchina la moto potrebbe essere la soluzione ideale per poter, una volta a destinazione, visitare una splendida isola come la Sicilia. Solamente viaggiando in moto si può assaporare tutta la cultura, i luoghi di interesse e il fascino che riesce a esprimere questa terra: farlo in due ruote è l’opzione più adatta per non perdersi nemmeno un antro di paesaggio.

Il traghetto che si snoda attraverso lo Stretto porta chiaramente a Messina, ma a dispetto di quello che potrebbero pensare in tanti, il consiglio per una prima tappa è quello di non fermarsi subito in questa splendida città.

 Ad ogni modo, è importante conoscere per filo e per segno tutte le varie compagnie di navigazione che mettono a disposizione le diverse tratte. Occhio al porto da cui volete partire e, naturalmente, fate attenzione alla presenza, nel pacchetto, di particolari comfort, soprattutto se portate con voi degli animali.

Un itinerario da favola

Tre giorni di viaggio, da Taormina a Siracusa, per un totale di 146 chilometri che vi faranno scoprire alcune bellezze della Sicilia, come ad esempio Giarre, Acireale e Augusta. Ali Terme sarà la prima tappa, così come la prima sosta notturna: gustare l’ampanata di pesce spada è la soluzione ideale per ricaricare le pile prima di andare a dormire.

Dopo 90 minuti circa si arriva a Taormina, tra bellezze marine e alcuni luoghi storici degni quantomeno di una visita. Spostandosi verso sud si tocca Catania e non si può non rimanere senza parole di fronte all’Etna e allo stupendo mare che caratterizza questa porzione di costa Ionica.

 Da qui, si consiglia di prendere la SP9, trascorrendo la notte a Sortino, per poi ripartire verso Siracusa, che dista un’oretta circa: adesso si può finalmente scoprire questa città, soprattutto dal punto di vista culturale, che nel 2005 è stata inserita nel Patrimonio dell’Umanità UNESCO.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.